ULTIME NOVITA'


Incontri di Liberazione Bioenergetica (Incontri di 4 ore al Sabato pomeriggio)

Attraverso Tecniche derivate dagli esercizi della Bioenergetica, questi incontri di Liberazione Bioenergetica invitano a sperimentare il lavoro sull'Energia del corpo con momenti energeticamente intensi, di conoscenza di se e consapevolezza del corpo.

leggi tutto ...

Gruppi di: Liberazione Bioenergetica (Ogni mercoledì sera, dalle 20,30 alle 22,00)

Gruppi di Esercizi Bioenergetici - Presso il Centro Liberazione di Vicenza - Un'esperienza di recupero dalla sorgente della nostra energia vitale, ri-sperimentare la vitalità libera e sevaggia di quando eravamo bambini.

leggi tutto ...

ALTRE INFORMAZIONI

Per contattare o per partecipare alle attività dei gruppi di Liberazione Bioenergetica promossi  dal Centro Liberazione di Vicenza, spedite un e-mail al nostro indirizzo di posta elettronica (franco.gaspari@gmail.com), oppure scriveteci al seguente indirizzo:

Centro Liberazione di Vicenza, Via Galilei 3, 36057 Arcugnano (Vicenza).




FRANCO GASPARI


franco.gaspari@gmail.com

Franco

Un energetico saluto a tutti i navigatori che sono approdati nella mia pagina web, mi chiamo Franco Gaspari, sono nato a Vicenza 64 anni fa, e attualmente, abito in un piccolo paese in provincia di Vicenza.

In questa pagina personale, vorrei parlare brevemente della mia attivita'; un lavoro che svolgo da 41 anni con grande passione, ma, che piu' che una professione, considero una creativa occupazione che incentiva costantementa la mia crescita e il mio sviluppo personale.
Ne parlo sempre volentieri e con grande entusiasmo, perche' e' si il mio mestiere, ma prima di diventare la mia professione, e' stata un'esperienza che mi ha cambiato profondamente.

All'eta' di 16 anni, la curiosita', la sete di sapere e una serie di circostanze mi hanno portato ad interessarmi dei gruppi per lo sviluppo del potenziale umano. Il mio viaggio verso le esperienze interiori ebbe inizio verso la fine degli anni '60, quando anche in Italia si avvertivano gli echi di cio' che stava accadendo negli Stati Uniti. L'America giovane, intellettuale e del dissenso (quella dei figli dei fiori), aveva avvertito in modo impellente il bisogno di interrogarsi sul significato della vita, di mettersi in discussione e di rivendicare il diritto al proprio corpo. Un po' ovunque si praticavano metodi diversi, finalizzati alla riscoperta di una nuova corporeita' (lo Yoga in tutte le sue forme, l'Antiginnastica, la Musico-Terapia, il Metodo Feldenkrais, la Danza Kundalini, il Rolfing, l'Espressione Corporeala Terapia Gestaltica, il Sensitive Gestalt Massage (conosciuto anche come Massaggio Californiano), La Bioenergetica ecc. Qui' da noi, di riflesso, cominciavano a diffondersi, seppur un po' confusamente, le prime esperienze di stampo Orientale. Primo fra tutti lo Yoga, ma anche la Meditazione Trascendentale del Maarishi (il Guru dei Beatles), lo Zen Giapponesele Arti Marziali Cinesi e Giapponesi, ecc.
Intorno alla meta' degli anni '70, anche in Italia incomincio' a farsi sentire sempre maggiore il bisogno di "star bene" fisicamente e mentalmente attraverso la strada del "naturale". Comincivano a fiorire, soprattutto nelle grandi citta', le palestre, gli studi di massaggio e di psicoterapia, i corsi per lo sviluppo del potenziale umano, i centri di meditazione e le associazioni che proponevano l'insegnamento e la pratica di metodologie orientate verso lo spirito, la mente e il corpo.
Mi sentivo fortemente attratto da tutte queste iniziative, e con una certa passione, a volte anche con una buona dose di incoscienza, non perdevo occasione di sperimentare tutti i metodi che mi era possibile. Mi avventurai in differenti e variopinte discipline spirituali e psicofisiche. Ne cito solo alcune, dal momento che, certe, erano talmente strane che dopo qualche anno non se ne senti' neanche piu' parlare. Ricordo volentieri: la Meditazione e lo Yoga, il Buddhismo Zen e Tibetano, la Psicosintesi, i corsi sulle Onde Alfa, sul Sogno Guidato, sulla Visualizzazione Creativa, sullo Sviluppo della Memoria, per Camminare sul fuoco, sulla Comunicazione Interpersonale; mi interessai anche dei cosidetti Training Groups di Motivazione al Successo, ai corsi di Mind Dymamics, alle iniziazioni mistiche dell' Ordine AMORC, e alle potenti esperienze di  Leadership F
ull Immersion come il D.B.M, per approdare finalmente dopo tanto cercare ai Gruppi di lavoro sul Corpo e sull'Energia Vitale. 
Tutte queste situazioni, mi portarono spontaneamente a desiderare di far conoscere le mie esperienze agli amici e anche ad altre persone, ed fu cosi' che verso la meta' degli anni '70, inziai anch'io a studiare e a specializzarmi nella conduzione di Gruppi di Sviluppo del Potenziale Umano, e oggi, sto ancora continando a seguire questa strada.
Oggi, la mia principale attivita' consiste nel condurre Gruppi di Liberazione Bioenergetica, gruppi d'incontro e di Crescita Personale attraverso il lavoro sull'energia vitale. 

CHE COS'E' LIBERAZIONE BIOENERGETICA?

E' un'esperienza di lavoro corporeo ed emozionale, che si fonda sui principi dell'Energia Vitale, o Energia Orgonica, scoperta da Wilhelm ReichIl mio metodo fonde insieme una serie di facili esercizi bioenergetici, di respirazione, di contatto e di movimento libero, con momenti di relazione, messi a punto per favorire un processo di autoconoscenza di se, e, pensati in modo da rendere facile l'entrare in contatto con le parti piu' sconosciute di se stessi. Lo scopo degli esercizi di Liberazione Bioenergetica e' di aiutare a mobilizzare e a sciogliere le zone del corpo rigide, bloccate da intorpedimenti e da antiche tensioni, e di fare esperienza, anche solo per brevi momenti, del fluire dell'Energia Vitale in tutto l'organismo.
Ho concepito questi gruppi pensando ad una visione della personalita' globale, quella visione cioe' che tiene in considerazione e integra tutti gli aspetti dell'individuo, funzioni fisiche, emozionali, mentali e spirituali. L'esperienza poi, a sua volta, ho voluto suddividerla in due distinti momenti: un momento pratico, con esercizi, movimenti, posizioni, tecniche di manipolazione del corpo, ecc., e uno che privilegia lo scambio di impressioni, il dialogo, la condivisione, e le relazioni interpersonali.

Nella parte pratica, di solito inizio proponendo un insieme di tecniche e di facili esercizi, che aiutano sentire e a prendere contatto con le tensioni del corpo. Invito i partecipanti a compiere dei movimenti scoordinati, a tenere delle posizioni insolite, e ad eseguire specifici esercizi di carica e scarica, abbinanati a suoni, musiche, e respirazioni profonde. Cio' perche' credo sia fondamentale, prima di tutto, risvegliare la sensibilita' corporea e perche' sono convinto che l'apprendimento non-direttivo, quel tipo di apprendimento che facilita cioe' il piacere di muoversi, senza schemi fissi o predederminati, e' il solo che incoraggia ad avere il massimo rispetto per il proprio corpo e quello degli altri.

Per la parte relazionale, invece ho preferito assecondare soprattutto lo scambio spontaneo fra i membri del gruppo, introducendo, a volte, tecniche di linguaggio non-verbale ed esercizi di consapevolezza derivati dalla Gestalt. Niente di artificioso o particolarmente sofisticato dunque, un lavoro asciutto, senza caratterizzazioni inutili, o cerimoniali magici, che servirebbero solo a fare spettacolo ma non a concretizzare un impeganativo e onesto lavoro di crescita personale.

Franco Gaspari


ALCUNI DEI mIEI INSEGNANTI E MAESTRI 

img/WilhelmReich.jpg img/A.Lowen.jpg img/MalcolmBrown.jpg img/pierrakos.jpg

Wilhelm Reich               Alexander Lowen           Malcolm Brown              John Pierrakos

img/siegmar.jpg img/tobten.jpg

      Siegmar Gerken         Ghesce Yesce
                                              Tobten


1